Assemblea San Martino

San Martino in assemblea

Oltre 500 sono stati i partecipanti all’assemblea annuale di bilancio della cooperativa San Martino che si è svolta a Piacenza Expo.

“Questa è la vera cooperazione. La cooperazione che noi vogliamo – ha dichiarato l’amministratore delegato Francesco Milza – i bilanci positivi sono frutto di scelte fatte in maniera corretta e della professionalità che ognuno garantisce. Essere ancora qui dopo trent’anni non è da tutti: bisogna sempre dimostrare qualcosa ogni giorno e San Martino lo fa, questa è la nostra forza”.

La dimostrazione arriva dai dati, illustrati dalla consigliera di amministrazione e co-fondatrice della cooperativa Antonella Guassardo: ammonta a 57 milioni e 452 mila euro il valore della produzione aggiornato alla fine del 2019, mentre sono 1700 i lavoratori a libro paga, di cui 1440 a tempo indeterminato.

“Abbiamo organizzato questa assemblea con un po’ di ritardo rispetto al solito – fa notare il presidente Mario Spezia dopo il saluto reso dall’amministratore unico di Piacenza Expo Giuseppe Cavalli – ma solo perché ci tenevamo a farla in presenza: per noi è un momento importante e volevamo viverlo insieme, nel rispetto delle norme anti-contagio”.

A margine dell’assemblea una donazione, quella fatta alla comunità senegalese di Piacenza: San Martino ha donato un mezzo per la raccolta dei rifiuti, mentre Croce Bianca, rappresentata dal presidente Fabrizio Velieri, un’ambulanza e una vettura. Tutti i mezzi verranno portati in Senegal.

Soddisfazione per questa donazione è stata espressa anche da Paolo Rebecchi, già coordinatore provinciale di Anpas Piacenza e da pochi mesi nominato direttore generale della San Martino, dopo aver raccolto il testimone da Alessandro Maffi.

“Da diversi tempo San Martino supporta il welfare internazionale in varie forme“ fa notare prima di ringraziare “tutti i lavoratori a tutti i livelli che si sono impegnati in questa emergenza e anche dopo per garantire la ripartenza: è stato un periodo difficile, ma abbiamo fatto un lavoro enorme”.

Spazio infine agli interventi dei rappresentanti del collegio sindacale presenti al tavolo assieme al garante della sicurezza, a Erika Morelli e Delia Guglielmetti del consiglio di amministrazione e al già direttore Maffi oggi responsabile dell’area facility management.